La Valpolicella duetta con l’Aida in Arena a Verona per l’anteprima Amarone

VINO: LA VALPOLICELLA DUETTA CON L’AIDA IN ARENA. AL VIA DAL 17 GIUGNO AMARONE OPERA PRIMA

 

Torna, in un pediodo completamente inusuale dal suo solito (fine gennaio) Anteprima Amarone 2022, presentando prima alla stampa italiana e straniera, poi al pubblico, l’annata 2017.

Sempre con grande piacere, ritorno a Verona per l’ennesima volta presente a questo evento a cui sono molto affezionata e di cui parlo sempre con molto interesse. Ci vediamo là!

Di seguito il comunicato stampa ufficiale:

OLTRE 100 GIORNALISTI ATTESI: FOCUS SU STILI, TENDENZE E AMBASCIATORI DELL’AMARONE NEL MONDO

(Verona, 10 giugno 2022). Oltre 100 giornalisti accreditati di cui l’80% provenienti dall’estero e 40 cantine pronte a stappare sulle note della marcia trionfale dell’Aida. È l’istantanea di Amarone Opera Prima, l’evento straordinario e fuori stagione del Consorzio Vini Valpolicella in programma a Verona dal 17 al 20 giugno. Un’occasione speciale che sfida il tabù del calendario estivo per presentare il millesimo 2017 al di fuori della tradizionale collocazione dell’Anteprima a febbraio, portando in scena anche il sodalizio tra i due simboli della città scaligera nel mondo: l’Arena e l’Amarone.

Dopo il gala dinner del 17 giugno a Giardino Giusti riservato alla stampa (solo su invito), il cartellone di Amarone Opera Prima si apre il 18 giugno con due masterclass a Palazzo Verità Poeta (Vicolo San Silvestro, 6), per scoprire la versatilità del grande Rosso e le annate top che hanno contribuito al suo posizionamento in oltre 80 nazioni del globo. Si parte alle 11.30 con “Amarone 4wd, off the beaten track: diversi stili di Amarone abbinati a piatti di alta cucina di vari paesi del mondo”, un’iniziativa ideata con La Peca, il ristorante due stelle Michelin di Lonigo (Vi) e la narrazione del critico gastronomico e wine expert, Davide Scapin. Si prosegue poi alle 15.00, con la sessione “The boom generation: gli ultimi decenni dell’Amarone dalla sua escalation al successo mondiale”, condotta da JC Viens, italian wine ambassador e Wset educator.

Per la stampa nazionale e internazionale da 20 nazioni – dagli Usa agli Emirati Arabi, dalla Corea del Sud al Canada fino a Israele, Singapore e ai principali mercati europei – la giornata si chiude in Arena per assistere all’Aida di Giuseppe Verdi, l’opera simbolo dell’anfiteatro romano sotto le stelle fin dalla sua prima edizione nel 1913.

Domenica 19 giugno, Amarone Opera Prima si trasferisce al palazzo della Gran Guardia (piazza Bra), per la degustazione dell’Amarone 2017 (dalle 10 alle 17 per la stampa specializzata; apertura dei banchi delle aziende dalle 12.30 e dalle 16.00 fino alle 20.00 ingresso consentito anche a wine lover e operatori) e per la conferenza stampa sullo stato di salute della denominazione e il focus su “Amarone e i miti dell’ospitalità veneta, tra storia e leggenda” (dalle ore 11).

Lunedì 20 giugno, ultimo giorno di Amarone Opera Prima, la manifestazione è aperta a pubblico e operatori dalle 10.00 alle 20.00.

Queste le aziende partecipanti ad Anteprima Amarone 2017:

1. BERTANI
2. BOLLA                                                                                                                                                                                                  3. CA’ DEL SETTE VINI
4. CA’ LA BIONDA
5. CA’ RUGATE
6. CANTINE DI VERONA S.C.A.
7. CANTINE RIONDO
8. GERARDO CESARI
9. CLEMENTI
10. CORTE FIGARETTO
11. COSTA ARÈNTE
12. DOMÍNI VENETI
13. FALEZZE DI LUCA ANSELMI
14. FATTORI
15. ILATIUM MORINI
16. LA COLLINA DEI CILIEGI
17. LE GUAITE DI NOEMI
18. MASSIMAGO
19. MONTE ZOVO – FAMIGLIA COTTINI
20. MONTECI
21. CANTINE GIACOMO MONTRESOR
22. NOVAIA
23. PASQUA VIGNETI E CANTINE
24. ROCCA SVEVA
25. ROCCOLO GRASSI
26. SALVATERRA
27. SANTA SOFIA
28. SANTI
29. SARTORI DI VERONA
30. SECONDO MARCO
31. TENUTA SANTA MARIA DI GAETANO BERTANI
32. TENUTA SANTA MARIA VALVERDE
33. TERRE DI LEONE
34. TINAZZI
35. TORRE DI TERZOLAN
36. VALENTINA CUBI
37. AZ. AGRICOLA VIGNA ‘800
38. VIGNETI DI ETTORE
39. VILLA SAN CARLO WINE
40. ZENI 1870

Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella

Nato nel 1924 è una realtà associativa che comprende viticoltori, vinificatori e imbottigliatori della zona di produzione dei vini della Valpolicella, un territorio che include 19 comuni della provincia di Verona. La rappresentatività molto elevata (80% dei produttori che utilizzano la denominazione) consente al Consorzio di realizzare iniziative che valorizzano l’intero territorio: il vino e la sua terra d’origine, la sua storia, le tradizioni e le peculiarità che la rendono unica al mondo. Il Consorzio annovera importanti ruoli istituzionali: si occupa della promozione, valorizzazione, informazione dei vini e del territorio della Valpolicella, della tutela del marchio e della viticoltura nella zona di produzione dei vini Valpolicella, della vigilanza, salvaguardia e difesa della denominazione. L’area di produzione è molto ampia ed è riconducibile a tre zone distinte: la zona Classica, (Sant’Ambrogio di Valpolicella, San Pietro in Cariano, Fumane, Marano e Negrar); la zona Valpantena, comprendente l’omonima valle; la zona DOC Valpolicella, con Verona, Illasi, Tramigna e Mezzane. Le varietà autoctone che danno vita ai vini delle denominazioni vini Valpolicella sono: Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. I vini della denominazione sono il Valpolicella doc, il Valpolicella Ripasso doc, l’Amarone della Valpolicella e il Recioto della Valpolicella entrambi docg.

 

Ufficio Stampa Consorzio Valpolicella

Tommaso Accordini e Alessandra Sgaggio

Telefono: 0457703194

E mail: areastampa@consorziovalpolicella.it

Sara Cintelli

Sara Cintelli

Fiorentina DOCG, nata e cresciuta a Firenze, dove ancora oggi vivo e lavoro. Amo il vino, per questo sono qui. E' diventata la mia professione. Ne scrivo, lo cerco e lo racconto, nella mia mai doma ricerca di stupore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

Vuoi far crescere la tua attività nel wine business?