Il nuovo “Sangiò Rinascimento” di Lecci e Brocchi presentato al prossimo Vinitaly

Lecci e Brocchi presenta a Vinitaly 2022 la nuova veste di Sangiò: “Sangiò Rinascimento”, il vino Toscana IGT da uve Sangiovese vinificate in bianco

Lecci e Brocchi punta sulla ripartenza in presenza al Vinitaly per presentare il restyling di “Sangiò”, nella nuova bottiglia e con un’etichetta completamente rivisitata.

Sangiò Rinascimento rappresenta una nuova visione aziendale di un vino dedicato a Giovanni (il nome San– da Sangiovese, si fonde con Giò, Giovanni), figlio dei titolari, sottolineata da una totale innovazione di immagine: la bottiglia borgognotta scura, che va a sostituire la precedente bordolese trasparente, una capsula in gommalacca bianca e una rivisitazione completa dell’etichetta. Il disegno racconta di un cavallo pieno di energia che fuoriesce da una “crosta” che rappresenta il vecchio tronco dell’albero stilizzato presente sulla etichetta iniziale.

Lunedì 11 aprile dalle ore 16:00 alle ore 18:00 – presso il Padiglione D/ Stand Confagricoltura – Lecci e Brocchi presenterà alla stampa la nuova versione di Sangiò: Sangiò Rinascimento con un evento riservato a giornalisti e operatori, su invito, per far degustare la nuova annata 2020 accompagnata da alcune sfiziosità cucinate al momento dal giovane chef Matteo Masci.

Sangiò nasce da Sangiovese delle vigne di Villa a Sesta, poste a 420 mt s.l.m. e vinificate in bianco. Il mosto, ricavato dalla spremitura soffice delle uve raccolte al mattino molto presto, svolge fermentazione alcolica in acciaio a temperatura controllata per il 70% della massa, mentre il restante 30% fermenta in barrique nuove di media tostatura.  Questa lavorazione conferisce al vino uno spettro olfattivo intenso, complesso e fine.

Il sorso, freschissimo e sapido, regala una lunga persistenza gusto-olfattiva grazie alla sua ricchezza aromatica e all’estrazione delle sostanze dovuta alla sosta di circa 6 mesi sulle fecce fini del Sangiovese. Sangiò Rinascimento ha un ampio margine per essere destinato all’invecchiamento in bottiglia e trova facilmente abbinamenti a tavola con tutti i tipi di pesce, formaggi freschi e carni bianche.

L’Azienda di Castelnuovo Berardenga, biologica dal 2019, nasce nel 1970 per volere di Vasco Lastrucci – detto “il Chiorba – quando decise di comprare, dal parroco di Villa a Sesta, il podere adiacente al paese, denominato Lecci e Brocchi. Questo nome si presta a duplici interpretazioni: il brocco è il tronco, il mozzicone di legno che rimane quando viene tagliato un albero, ma anche l’appellativo che si usa dare, a Siena, a un cavallo che non è capace di correre il Palio. Inoltre, nella piazza di Villa a Sesta, località dove ha sede l’azienda, si trova la statua di un cavallo. I Lecci sono piante spontanee che crescono in vigna.

Produttori di vino sin dai primi anni di attività (sfuso), oggi l’azienda è guidata dalla figlia Sabrina che, col marito Giancarlo e il giovane ed intraprendente figlio Giovanni (studente di enologia), curano con passione i 4 ettari di vigna e la cantina (25mila circa le bottiglie prodotte), producendo Chianti Classico dal 2012.

L’azienda dispone anche di un Agriturismo, Podere Casato, situata nel comune di Castelnuovo Berardenga. Podere Casato mette a disposizione dei propri clienti tutti i comfort moderni, nel rispetto e nella valorizzazione della splendida natura che lo circonda. La struttura è ricavata da un antico casale senese recuperato nei particolari e finemente ristrutturato; intorno, un ampio giardino adornato da vecchie piante di olivi nel quale si inserisce una grande piscina.

Podere Casato offre ai propri clienti la possibilità di soggiornare in camere matrimoniali e doppie o in appartamenti con ampio patio affacciato sul giardino o fronte piscina. Caratterizzate dai soffitti a travi e dal pavimento in cotto senese originale, le camere sono confortevoli, arredate in stile fresco e sobrio. Gli appartamenti sono disposti su due piani e sono composti da una salotto con divano letto e angolo cottura al piano terra e un’ampia camera matrimoniale.

La cucina è caratterizzata dal rispetto delle tradizioni toscane, esaltate dall’utilizzo dell’olio extra vergine di oliva e dalle ottime materie prime a km 0. All’enoteca è possibile acquistare tutti i prodotti dell’azienda agricola.

Info:

www.vinolecciebrocchi.it

info@vinolecciebrocchi.it

T. +39 342 0943619

 

 

Sara Cintelli

Sara Cintelli

Fiorentina DOCG, nata e cresciuta a Firenze, dove ancora oggi vivo e lavoro. Amo il vino, per questo sono qui. E' diventata la mia professione. Ne scrivo, lo cerco e lo racconto, nella mia mai doma ricerca di stupore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

Vuoi far crescere la tua attività nel wine business?